UN ENIGMA PER IL DOTTOR FREUD di Maria Pierri

Libro-Un-enigma-per-il-dottor-Freud.jpg

In una Vienna del dopoguerra, immiserita e affamata, una normale seduta psicoanalitica si trasforma in un caso di telepatia. Il paziente pronuncia la parola Vorsicht (prudenza) equivalente tedesco della parola inglese foresight (previsione) a cui Freud sta pensando in quel momento. Il paziente sembra aver letto il pensiero dell’analista riguardo al nome del paziente successivo che Freud dovrà incontrare, il dottor Forsyth. Nel termine Vorsicht c’è un messaggio di allarme, Freud deve avere prudenza, ma non ci sono spiriti né occultismo, ma il potere e la magia dell’inconscio. L’autrice fa luce e riprende “Il caso Forsyth” di Freud sulla telepatia in analisi, dopo averlo ritrovato in un faldone degli Archivi Freud, presso la Biblioteca del Congresso di Washington, insieme al necrologio di Sandòr Ferenczi. Maria Pierri offre così un inedito di Er Professor e ricostruisce circostanze storiche e professionali, ripercorrendo le tappe dei suoi incontri e amicizie con Jung, Ferenczi, Jones, Breuer e molti altri.

La tematica della telepatia in ambito psicoanalitico è stata quasi offuscata per il timore che facesse accostare la psicoanalisi all’occulto, danneggiando la nuova scienza, cosa che ha indotto ad un ritardo delle ricerche sull’influenzamento bidirezionale tra analista e paziente. Con questo testo si segue lo sviluppo del pensiero di Freud sulla trasmissione inconscia del pensiero nell’ambito della relazione analitica a due persone.

Lettura piacevole e testo scritto con una linearità snella che allo stesso tempo riesce a incuriosire e a spingere avanti nella lettura come fosse un romanzo giallo. Sembra di essere calati nell’epoca ed essere presenti a incontri, viaggi, convegni e si è chiamati a partecipare alle vicende affettive di Freud con i colleghi, pazienti e amici, mentre contemporaneamente si seguono gli sviluppi della disciplina psicoanalitica, scoperte, vittorie, dubbi, incertezze…

Comincia la discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *